2003 sconfitti dallo Zola, ma artefici di un buon campionato

giovanissimi-interprovinciali-2016_17

13° ritorno (30 Apr. 2017):  FORMIGINE – ZOLA PREDOSA   0 – 1

I Giovanissimi 2003 formiginesi concludono il loro soddisfacente lungo campionato interregionale con una sconfitta di misura contro i pari età dello Zola Predosa, sconfitta tra l’altro indolore, dal punto di vista della graduatoria, poiché la compagine bolognese partecipa “fuori classifica”.

Primo tempo contraddistinto da gioco e quilibrato e dalle pochissime occasioni da rete.
Seconda frazione di gioco, ivece, assai vivace con gli ospiti dello Zola che vanno in vantaggio al 5° minuto con Morelli, abile a smarcarsi sul 2° palo sugli sviluppi di un corner e a battere di testa l’incolpevole portiere formiginese Cornia: palla che incoccia sulla parte interna della traversa e carambola in rete: 0 – 1! Rimarrà il goal partita.
Buona la reazione del Formigine che tenta di riequilibrare le sorti, ma invano; nel finale è il bravissimo Cornia a superarsi sfoggiando due decisivi interventi, prima su Montanari, poi su Mastrototaro.

Finisce con la compagine bolognese vittoriosa per 1 a 0, ma con il Formigine che esce a testa alta sia da quest’ultima gara, sia dall’intero campionato che, al netto delle squadre fuori classifica, lo vede al 5° posto, ben oltre le aspettative iniziali.
Complimenti a tutti i ragazzi e ai componenti lo staff tecnico-dirigenziale.


Tabellino 

FORMIGINE
0

ZOLA PREDOSA
0

                   05‘ st Morelli
In campo
1  Cornia Bondi 1
2 Ferrari Morelli 2
3 Benevelli Seferi 3
4 Quartararo Bonacini 4
5 Ivancic Ferrari 5
6 Smida Lorenzini 6
7 Kovalskyi Leonardi 7
8 Laurenzano Kaba 8
9 Ceresoli Montanari 9
10 Thalagala Mastrototaro 10
11 Calvano Roverini 11
In panchina
12 Benati Fabbri 12
13 Iacconi Biosa 13
14 Quaranta Gavagni 14
15 Antonucci Bagnolini 15
16 Calvello 16
17 Castelli 17
18 Contri 18
Allenatore
Marco Casini Christian Tabellini
Arbitro
Sig. Fabrice Kamgaing Moyo di Modena
Note
Mattinata primaverile, terreno sintetico del “S. Francesco”, spettatori 40 circa.