Il Formigine gioca, il Fabbrico vince

Promozione 2016_17

17° andata (17 Dic. 2017):  FABBRICO – FORMIGINE   2 – 1

Avete giocato meglio, ma nel calcio conta vincere” è lo scarno e inconfutabile commento espresso da un sostenitore reggiano a fine gara e che mi permetto di riportare poiché è il modo migliore per sintetizzare il match odierno tra Fabbrico e Formigine. Sì perchè è stato il Formigine (schierato con un insolito e inedito assetto difensivo e con ben due punte di ruolo) ad assumere con autorevolezza il comando delle operazioni fin dall’inizio e, per lunghi tratti, a fare la partita  finendo per meritarsi il vantaggio siglato da Matteo Simoni poco prima del riposo.
Nel 2° tempo, dopo due consecutivi e risolutivi interventi del portiere reggiano che si oppone al raddoppio formiginese, la compagine di casa trova il pareggio con un destro incrociato d’intuito  di Puccillo (probabilmente un tentativo di cross corto) con palla senza forza che spiove beffardamente nell’angolino fuori dalla portata di Toni. Il Formigine proprio non ci sta e, con una possente reazione d’orgoglio, nella restante mezz’ora di gara gioca costantemente in attacco, mettendo più volte in difficoltà la squadra avversaria ma (ahimè) fallendo in molteplici occasioni la rete del vantaggio che avrebbe strameritato; è stata questa l’unica grossa “colpa” oggi della compagine di mister Balugani, ingigantita a dismisura dal fatto che è invece il Fabbrico ad andare in vantaggio con un goal del neo entrato Barbieri al termine dell’unica iniziativa offensiva (comunque ben organizzata) imbastita nel lungo periodo di sofferenza. L’ultima parte di gara è fedele a un copione quasi scontato: formiginesi in avanti con acido lattico crescente e dinamicità neuronale decrescente, Fabbrico arroccato compatto a difendere con i denti l’insperato vantaggio, senza disdegnare, in un paio di circostanze, di cercare la chiusura anticipata del match in contropiede.

Al triplice fischio di chiusura, grande entusiasmo della squadra reggiana che può ritenere legittima la propria vittoria, per l’efficace resistenza opposta al massiccio urto offensivo formignese e, soprattutto, per l’estremo cinismo con il quale è riuscita a trasformare in goal le uniche due occasioni costruite … il tutto nella piena consapevolezza che la stragrande maggioranza delle gare di questo genere terminano con il risultato oposto.

 


Tabellino 

FABBRICO
2

FORMIGINE
1

           15‘ st Puccillo
           30′ st Barbieri
           42‘ pt M. Simoni
In campo
1 Carpi  Toni 1
2 Rinaldi  Sghedoni 2
3 Marastoni  ▊ 77′  Carrozza 3
4 Gimondo  ▊ 66′  80′   Marverti 4
5 Coghi  Shehu 5
6 Ferrari 65′  ▊ Giovanardi 6
7 Fino    56′  Pilia 7
8 Dominici  Messori 8
9 Puccillo  M. Simoni 9
10 Nazzani  41′   73′ Sarnelli 10
11 Attolini  Notari 11
In panchina
12 Rufo   Putzolu 12
13 Baldini   Iannuzzi 13
14 Touray    56′  ▊ 71′  Ruini 14
15 Beccaria 80′   Lucchi 15
16 Barbieri    73′  A. Migliorini 16
17 Cristodaro   Adani 17
18 Pagliarini    Giovani 18
Allenatore
Matteo Vullo Davide Balugani
Arbitro
Sig. Francesco Poggi di Forlì
Note
Pomeriggio freddo ma soleggiato, terreno in parte sconnesso, spettatori 120 circa.

 Cronaca

1° tempo

  • 08′  Icona AC Formigine  Sarnelli va al cross morbido dalla destra, sul primo palo spizza M. Simoni e, dietro di lui, davanti alla porta, Notari non trova il tempo per la deviazione vincente.
  • 21′  Fabbrico  Iniziativa del giovane Attolini sulla sinistra, corto servizio laterale al compagno Nazzani entro l’area, immediata conclusione in diagonale con sfera che atraversa tutta la luce di porta ed esce sul fondo appena oltre il palo opposto.
  • 29′  Icona AC Formigine  Shehu, su calcio di punizione dai 22 metri, costringe il portiere reggiano Carpi all’intervento in due tempi sul suo palo di destra.
  • 42′  Icona AC Formigine     Nel corso di un’offensiva formiginese, un tocco di punta in controtempo di Notari verso il centro area viene maldestramente sbucciato dall’imponente centrale reggiano Coghi che in pratica la consegna a Matteo Simoni che, solo davanti alla porta, proprio non può sbagliare: destro ravvicinato in diagonale e Formigine in vantaggio: 0 – 1.
  • 45′  Icona AC Formigine  Shehu, su calcio piazzato dalla tre quarti destra, fa spiovere il pallone all’altezza del 2° palo; sull’impacciata e corta respinta della difesa riprende Sarnelli il cui mancino dai 15 metri è potente ma termina di poco alto sulla traversa.

2° tempo

  • 09′  Icona AC Formigine  Doppio decisivo intervento del portiere reggiano Carpi, bravo a deviare in angolo, in entrambe le circostanze, in volo sul suo palo di sinistra; prima su incornata ravvicinata di Marverti poi, sulla susseguente parabola dalla bandierina, su insidioso colpo di testa di M. Simoni.
  • 15′  Fabbrico     Dal possibile 0 – 2 al beffardo 1 – 1: sugli sviluppi di un controverso calcio d’angolo assegnato al Fabbrico, una corta respinta della difesa formiginese spiove nella zona di Puccillo, posizionato in area leggermente, decentrato sulla destra; destro incrociato al volo d’istinto con palla morbida che si inarca, scavalca di misura la moltitudine di calciatori schierati sottoporta e va a morire nell’angolino opposto: 1 – 1.
  • 18′  Icona AC Formigine  Ora si gioca praticamente a una sola porta, con il Formigine che assedia con continuità l’area di rigore reggiana; bel servizio radente a centro area per M. Simoni che va all’immediata conclusione di destro: palla colpita con potenza ma che termina alta sulla traversa.
  • 22′  Icona AC Formigine  Incornata dell’avanzato Sghedoni, su cross dalla sinistra, con palla non lontana dall’incrocio alla destra di Carpi.
  • 27′  Icona AC Formigine  Calcio di punizione di Shehu ed altro determinante intervento di Carpi che, con una deviazione in tuffo alla sua destra, concede solo un angolo.
  • 30′  Fabbrico     Efficacissima ripartenza manovrata sulla sinistra del Fabbrico che, seppur con un Formigine non scoperto, riesce a smarcare a centro area il neo entrato Barbieri, il cui destro sottomisura non concede chanches al portiere formiginese Toni: 2 – 1.
  • 41′  Icona AC Formigine  Ennesimo attacco verdeblu concluso con un potente destro dalla corta distanza del giovane Messori che, però, sfila oltre il palo di destra della porta reggiana … non si è praticamante giocato nei successivi minuti, compresi i 4 di recupero.

Gallery