Il Formigine torna alla vittoria contro il Viadana

promozione-2016_17

Posticipo 7° andata (12 Ott 2016):  FORMIGINE – VIADANA   2 – 1

Nelle precedenti tre gare il Formigine è stato artefice di soddisfacenti prestazioni, raccogliendo (paradossalmente) altrettante sconfitte; contro il Viadana, nel turno infrasettimanale al Pincelli, è riuscito a produrre un’altra buona prova che, finalmente, ha partorito una meritata vittoria.
Non è però stato per niente semplice poiché, nonostante l’inizio folgorante (doppio vantaggio nei primi minuti di gioco con i pregevoli goal di Algeri e Matteo Simoni), intorno alla metà della prima frazione la squadra verdeblu ha avuto un quarto d’ora di incomprensibile appannamento (o appagamento?) che ha consentito al Viadana di rientrare nel match con il goal di Gjoka, il giocatore più rappresantativo tra i mantovani. Conseguentemente il 2° tempo è stato giocato con inevitabile apprensione dal Formigine, con il Viadana che, per lo più, ha saputo difendersi con efficacia, ma ha anche volenterosamente cercato il pareggio, riuscendo a creare qualche pericolo potenziale.


Tabellino 

FORMIGINE
2

VIADANA
1

           06‘ pt Algeri
           09′ pt M. Simoni
           34‘ pt Gjoka
In campo
1 N. Simoni M. Boni 1
2 Monelli 79′   F. Boni 2
3 Poli   ▊ 27′   Cavicchioli 3
4 Cassano  59′  ▊ Mortini 4
5 Adani  80′  ▊ Oliverio 5
6 Lotti    56′ 71′   Grimaldi 6
7 Giovanardi   ▊ 42′   Paterlini 7
8 Algeri Bellelli 8
9 M. Simoni    88′ 88′   Ongaro 9
10 Sarnelli Gjoka 10
11 Sanna    88′ Pramori 11
In panchina
12 Rizzo Cavalli 12
13 Pedroni Callegari 13
14 Mosca Pagliari 14
15 Tripepi    56′ Pavesi 15
16 Annovi    88′ 71′   Porchia 16
17 Mele    88′ 79′   Fusari 17
18 Anakor 88′   Crescenzo 18
Allenatore
Gianfranco Schillaci Diego Canova
Arbitro
Sig. Massimo Boschi di Bologna
Note
Serata freschina, terreno in buone condizioni, spettatori 70 circa.

Cronaca

1° tempo

  • 06′  Icona AC Formigine      Lotti, con un preciso lancio spiovente, pesca bene sulla sinistra capitan Sarnelli che si spinge verticalmente nel vivo dell’area avversaria; il suo tentativo di cross al centro viene deviato debolmente verso l’esterno da un difensore, proprio dove sta accorrendo Algeri il cui potente diagonale mancino da una quindicina di metri si insacca, imparabile, accanto al palo sinistro della porta mantovana: 1 – 0.
  • 09′  Icona AC Formigine     Percussione sulla sinistra di Poli che in velocità, dalla tre quarti, mette una palla alta e tesa a tagliare l’area dove è perfetta la deviazione di testa in corsa di Matteo Simoni che manda la sfera a infilarsi nello stesso angolo del 1° goal, anche questa volta con il portiere M. Boni impotente: 2 – 0.
  • 27′  viadana  Il Viadana si fa artefice di una reazione , spesso frenetica e talvolta confusa, con la quale riesce a intimorire in modo eccessivo la squadra verdeblu. Un destro radente di Grimaldi dalla distanza viene bloccato a terra da N. Simoni.
  • 32′ viadana     Iniziativa di Ongaro sulla fascia destra che, pressoché dalla bandierina, opera un cross alto sotto porta; all’altezza del 1° palo è bravo Gjoka ad anticipare tutti e a colpire di testa in schiacciata, rendendo di fatto impossibile la respinta a Simoni.

2° tempo

  • 06′  viadana  Gjoka, lanciato verticalmente nella corsia di centro sinistra, riesce ad anticpare di un attimo Simoni in uscita a terra, ma il suo tocco di punta risulta  verticale e abbondantemente fuori dallo specchio.
  • 09′  Icona AC Formigine  Sventola mancina ed improvvisa di Sarnelli dai 20 metri che costringe M. Boni a mettere in angolo con un efficace intervento aereo.
  • 15′  Icona AC Formigine  Il neo entrato Tripepi, su calcio di punizione dalla tre quarti sinistra, indirizza una palla tagliata a spiovere verso il 1° palo dove giunge M. Simoni il cui tocco di esterno destro genera un’anomala parabola con la palla che esce non lontana dall’incrocio.
  • 49′  viadana  Proprio allo scadere dei 4′ di recupero la conclusione dalla distanza dell’irriducibile Gjoka genera l’ultimo sussulto poiché la sfera, apparentemente sotto controllo, sfugge a N. Simoni che però è abile a riprenderla quasi sulla linea.

Lascia un commento