Il Ganaceto di rigore, sterile la reazione del Formigine

Promozione 2016_17

1° ritorno (07 Gen. 2018):  GANACETO – FORMIGINE   1 – 0

Il girone di ritorno del Formigine si apre con un’inaspettata sconfitta, così come si era chiuso quello di andata. La squadra verdeblu, forse animata dal generoso spirito delle festività, nel turno prenatalizio ha reso felice il Fabbrico, in quello della Befana ha gratificato un volenteroso Ganaceto che, con questi primi tre preziosi punti del nuovo anno, può legittimamente vedere il proprio futuro in modo più roseo.

La verità è che la squadra formiginese sta vivendo una fase involutiva che ne compromette sensibilmente il rendimento (un solo punto nelle ultime quattro gare!) e fa chiaramente emergere il suo attuale limite: non mi riferisco al goal che puntualmente incassa alla prima distrazione difensiva (questo fa parte del calcio), ma al senso di fatalismo che sembra poi attanagliare le menti dei calciatori, incosciamente troppo presto indirizzati verso il facile (e nocivo) vittimismo ed incapaci di mettere nella loro pur volenterosa reazione la “sana cattiveria agonistica” indispensabile per ribellarsi al corso degli eventi negativi. Le gare di Fabbrico e Campogalliano hanno fatto emergere questo aspetto; alla fine il Formigine può certamente recriminare sugli episodi chiave e sul risultato delle due partite, ma rimane il fatto che la sua classifica rimane bloccata a quota 27 , poichè in entrambi i casi i tre sostanziali punti (oltre a massiccie dosi di autostima) sono andati alle squadre avversarie.


Tabellino 

GANACETO
1

FORMIGINE
0

           54′ Ganzerla (rig)     
In campo
1 Bellotti  N. Simoni 1
2 Baroni  ▊ 83′    Casini 2
3 Trotta Montipò 3
4 Brighenti   86′ 57′   Marverti 4
5 Di Maria  88′  ▊ Shehu 5
6 Malavasi 81′  54′  ▊ Giovanardi 6
7 Romagnoli  Pilia 7
8 Mustafaj Messori 8
9 Ganzerla    63′ 71′   M. Simoni 9
10 Melis    71′  Sarnelli 10
11 Pattacini  ▊ 28′ Notari 11
In panchina
12 Santini  Toni 12
13 Gasparini   Adani 13
14 Talha    86′  Lucchi 14
15 Bertè  57′   Capasso 15
16 Pastorelli    71′ Iannuzzi 16
17 Refolo  71′   Carrozza 17
18 Pulga    63′ 81′   A. Migliorini 18
Allenatore
Michele Cavuoto Davide Balugani
Arbitro
Sig. Matteo Biagini di Bologna
Note
Pomeriggio grigio, terreno allentato, spettatori 80 circa.

 Cronaca

1° tempo

  • 08′  Icona AC Formigine  Veloce manovra corale formiginese che porta Notari, in precaria coordinazione, alla conclusione dal limite con sfera che si perde oltre la traversa.
  • 14′  Icona AC Formigine  Stretta combinazione Sarnelli – Casini sulla fascia destra, teso cross a centro area dove ancora Notari prova l’acrobatica rovescita; la sfera, rimpallata, staziona ai limiti dell’area piccola, con M. Simoni che non trova il tempo di spingerla in rete.
  • 15′  Ganaceto  Insidioso diagonale in corsa di Pattacini dalla sinistra, con pallone che viene sfiorato da un difensore formiginese, percorre l’intera luce della porta  e sfila in angolo oltre il palo lungo.
  • 25′  Icona AC Formigine  Calcio di punizione di Shehu dai 25 metri, da posizione decentrata a sinistra: palla tesa e ben indirizzata all’incrocio dove il portiere Bellotti, disteso in tuffo alla sua destra, giunge a smanacciarla togliendola dallo specchio e concedenso solo un angolo.
  • 42′  Ganaceto  Lungo lancio per lo scatto profondo di Romagnoli sulla fascia destra, diagonale incrociato in corsa quasi dal fondo con sfera che esce abbondantemente dalla parte opposta.

2° tempo

  • 09′  Ganaceto   Nel corso di un fraseggio del Ganaceto , una malaugurata deviazione di un giocatore formiginese a ridosso della propria linea mediana trova impreparata la propria difesa; rapida imbucata di  Mustafaj per il compagno Ganzerla (due volte ex-verdeblu) che termina a terra in area sul ruvido contrasto di Giovanardi; calcio di rigore nitido che lo stesso Ganzerla trasforma in goal spiazzando N. Simoni: 1 – 0.
  • 16′  Icona AC Formigine  Il Formigine, ancora una volta colpito alla minima sbavatura difensiva, accusa ovviamente il colpo poi si riorganizza e sembra credere nella rimonta, oggettivamente più che possibile. Matteo Simoni si allunga quanto può davanti alla porta avversaria andando ad allungare al volo in scivolata un lancio profondo di Shehu; deviazione efficace, seppur sporca, ma il pallone termina un metro fuori dallo specchio.
  • 20′  Icona AC Formigine  Buona e lunga protezione della palla di Sarnelli sulla destra che attira su di sè un nugolo di avversari poi apre improvvisamente il gioco con un tocco per il giovane compagno Messori; immediato servizio per Pilia la cui forte conclusione dai 16 metri trova una leggera deviazione di un difensore e termina di pochissimo a lato.
  • 23′  Ganaceto  Il Ganaceto non intende subire passivamente e, nella fase centrale del tempo, le due squadre ora “se le danno” di santa ragione; Melis si invola in contropiede e, da posizione decentrata a sinistra, conclude con un bel destro a giro con la sfera che esce non lontana dal palo opposto.
    24′  Icona AC Formigine  Casini va la cross dalla destra, il portiere Bellotti esce ma si fa scavalcare dalla traiettoria, oltre di lui l’ìaccorrente M. Simoni la indirizza di piatto sinistro verso la porta incustodita, ma trova la rocambolesca respinta di un difensore.
    25′  Ganaceto  Sul successivo cambio di fronte è ancora l’attivo Melis, servito a centro area da Pattacini, che va alla conclusione di forza trovando la reattiva risposta di N. Simoni a centro porta.
    40′  Icona AC Formigine  Sugli sviluppi dell’ennesimo calcio d’angolo, ancora un potentissimo sinistro al volo dal limite di Pilia: questa volta il pallone non viene deviato ma impatta in pieno sulla traversa, facendola vibrare per alcuni secondi.
    42′  Icona AC Formigine  Dopo gli infruttuosi tentativi di potenza il Formigine ci prova con l’estro: superba giocata di fino di cap. Sarnelli che controlla il pallone a centro area, spalle alla porta, all’altezza del palo di destra, poi gli imprime in rovesciata una morbida traiettoria parabolica che scavalca il portiere e sembra morire nel sacco accanto al palo opposto, purtroppo lo sfiora esternamente e termina sul fondo … sarebbe stata un’autentica magia … così come sarebbe stato più che giusto, ma i “sarebbe” non bastano!

Gallery