Splendidi 2004: netta vittoria anche sulle Terre Matildiche

Giovanissimi REG. 2018_19

1° ritorno (03 Mar. 2019):  FORMIGINE – TERRE MATILDICHE   3 – 0

Non finisce di stupire il consolidato gruppo dei 2004 formiginesi che, alla prima di ritorno, sul terreno amico di Casinalbo, battono le Terre Matildiche, una delle tante squadre “forti” del girone. Un’altra prestazione vincente e convincente, con la partita che prende subito la piega giusta per merito di Ruini abile a insaccare in mischia nel corso della prima azione della gara. Il prezioso vantaggio viene difeso senza particolari affanni per tutto il primo tempo poi, nei primi minuti della ripresa ci pensa l’incontenibile Orlandi a mettere a segno una doppietta che fissa il risultato sul definitivo 3 – 0.

Ora è indispensabile affrontare con lo spirito giusto le prossime due gare, sulla carta (attenzione però …  solo sulla carta) “abbordabili”, per buttarsi poi nel fantastico finale di campionato che prevede le “trasferte terribili” sui campi di Granamica, Progresso e Reggio Calcio.


Tabellino 

FORMIGINE
3

TERRE MATILDICHE
0

           01‘ pt Ruini
           01′ st Orlandi
           07′ st Orlandi
 
In campo
1 Tarantini Grassi 1
2 Allegra 01′ st  Andriano 2
3 Nocetti De Pietri 3
4 Lanzotti  15′ st Menozzi 4
5 Parenti  30′ st Dallari 5
6 Reggiani  01′ st Pederini 6
7 Maietta  09′ st Grossi 7
8 Ruini  22′ st 19′ st  Soranno 8
9 Barozzi  12′ st Ben Said 9
10 Petti Stevani 10
11 Orlandi  24′ st 22′ st  Monti 11
A disposizione
12 Ruggerini Aldini 12
13 Caselli  15′ st 29′ st 22′ st  Dridi 13
14 Morselli  09′ st 19′ st  Chierici 14
15 Ceci  30′ st Ferrari 15
16 Celeste  22′ st 01′ st  Bagnoli 16
17 Dugoni  12′ st Rescia 17
18 Cottington  01′ st 18
19 Debbia 19
20 Casini  24′ st 20
Allenatore
Vitulano Mauro Sergio Eberini
Arbitro
Sig. Sebastiene Blaise Watong Djiele di Modena
Note
 Mattinata soleggiata, terreno del “Gibellini” di Casinalbo in discrete condizioni, spettatori presenri 50 circa.
La gara è iniziata con un quarto d’ora di ritardo per un malinteso con il custode dell’impianto comunale.

 Cenni di cronaca

1° tempo

  • 01′  Icona AC Formigine    Repentino goal del vantaggio formiginese ad opera di Ruini, bravo in mischia a scaraventare in rete ad inizio gara: 1 – 0.

Lungo momento di pressione della squadra ospite costretta dallo svantaggio maturato; il Formigine, però, controlla senza affanni e la porta di Tarantini non corre pericoli di sorta.

  • 27′  Icona AC Formigine  Petti interrompe la sterile spinta degli ospiti con una lunga percussione sulla corsia di centro destra conclusa con un diagonale destro in corsa che il portiere avversario Grassi è bravo a respingere a terra poco davanti a sè, ma con Barozzi e Orlandi in ritardo.

2° tempo

  • 01′  Icona AC Formigine    Una pregevole e dinamica combinazione verdeblu appena oltre la linea mediana, consente la percussione sulla corsia di centro sinistra di Orlandi che, pur attorniato da diversi avversari, mantiene il possesso della sfera, entra in area e fulmina il portiere con un chirurgico tocco di destro in allungo, con il pallone che si infila in rete accanto al palo di sinistra: 2 – 0.
  • 05′  Terre Matildiche  Risposta reggiana con un colpo di testa del longilieneo centravanti Ben Said che, su lunga parabola dalla bandierina di destra, stacca appena oltre il 2° palo ma incorna sul fondo.
  • 07′  Icona AC Formigine    La squadra formiginese mette in ghiacchio il risultato mettendo a segno il terzo goal; autore della marcatura è ancora Orlandi che, su lungo cross proveniente dalla fascia destra, stacca all’altezza del 2° palo e trafigge il portiere reggiano, tra l’altro sorpreso anche da una leggera deviazione con l’anca di un compagno: 3 – 0.
  • 18′  Terre Matildiche  C’è gloria anche per il portiere formiginese Tarantini che viene messo in difficoltà da un maligno spiovente da fuori del reggiano Monti; l’imperturbabile n° 1 verdeblu recupera però la posizione avanzata e con ottima scelta di tempo va ad alzare la sfera e a impossessarsene dopo la stretta carambola sulla traversa.

La gara poi si spegne progressivamente, frastagliata anche dalle numerose sostituzioni operate da entrambi i tecnici, e giunge il triplice fischio di chiusura senza ulteriori emozioni.


Gallery