Tra Formigine e Castellarano botta e risposta nel finale

promozione-2016_17

11° andata (30 Ott 2016):  FORMIGINE – CASTELLARANO   1 – 1

Fino a una manciata di minuti dal termine il Formigine appariva insoddisfatto del pareggio senza reti che stava maturando sul proprio campo contro il Castellarano poiché, fino a quel momento, le migliori occasioni da goal erano state di marca verdeblu, con il giovane portiere reggiano protagonista in almeno tre occasioni; il Castellarano, comunque, non aveva certo fatto le barricate, difendendosi anzi con ordine e riproponendosi spesso e volentieri con ottimo dinamismo e trame di gioco ben organizzate, specialmente nella fascia mediana del campo e soprattutto nella seconda parte della ripresa. Poi, al 86’, l’improvviso goal dell’aitante punta reggiana Corbelli ha mandato in totale apprensione i ragazzi di mister Schillaci che si sono trovati sull’orlo di una sconfitta immeritata ma incombente. Per loro fortuna, nei minuti di recupero, è giunto il rigore a favore (per fallo di mano in area netto, quanto fortuito) e lo specialista Tripepi, dagli undici metri, ha potuto ristabilire quel pareggio il cui indice di gradimento da parte formiginese, per quanto accaduto negli ultimi minuti, si è trasformato da insoddisfacente in gratificante.


Tabellino 

FORMIGINE
1

CASTELLARANO
1

           92‘  Tripepi (rig)            85‘  Corbelli
In campo
1 N. Simoni Leonardi 1
2 Poli  ▊ 67′   R. Paganelli 2
3 Grosoli 39′   Sghedoni 3
4 Cassano    80′ Casini 4
5 Adani Verdi 5
6 Monelli  91′  ▊ Occhi 6
7 Giovanardi  ▊86′  87′ Koduah 7
8 Algeri    46′ Zampineti 8
9 M. Simoni 89′   Bernardo 9
10 Sarnelli Corbelli 10
11 Tripepi  40′  ▊ T. Paganelli 11
In panchina
12 Rizzo Cottafavi 12
13 D’Ambrosio    80′ 39′   Sana 13
14 Giovani Massaro 14
15 Manfredini Stradi 15
16 Lotti    46′ 89′   Cerchiari 16
17 Sanna    87′ Palermo 17
18 Mele Piva 18
Allenatore
Gianfranco Schillaci Paolo Vinceti
Arbitro
Sig. Alfeo Cappello di Finale E.
Note
Pomeriggio soleggiato e mite, terreno in buone condizioni, spettatori 80 circa.

Cronaca

1° tempo

  • 01′  castellarano  Una lunga rimessa laterale di Occhi dalla linea laterale sinistra, in attacco, mette in difficoltà la retroguardia formiginese costretta a rifugiarsi affannosamente in angolo. Inizia così la convinta e decisa pressione della squadra reggiana che caratterizzerà la prima parte di gara.
  • 12′  Icona AC Formigine  Su corta respinta della difesa reggiana, improvviso destro da fuori di Giovanardi ben assorbito dal giovane portiere Leopardi.
  • 16′  castellarano  Analogo episodio dalla parte opposta: il tiro dalla distanza è di Zampineti e la parata sicura a centro porta è di N. Simoni.
  • 17′  Icona AC Formigine  Una lunga palla alta indirizzata verso la porta reggiana trova allo stacco contemporaneo tre diversi giocatori: M. Simoni riesce a anticipare di testa il portiere in uscita e a indirizzare verso lo specchio, ma la sfera rimpalla sul corpo di un difensore che vanifica il tentativo.
  • 23′  Icona AC Formigine  Veloce verticalizzazione formiginese sulla corsia di centro-destra, con Sarnelli che mette in diagonale a centro area dove Cassano, in anticipo sul compagno M. Simoni, conclude benissimo in diagonale trovando però la splendida e determinante deviazione in tuffo di Leopardi.
  • 35′  castellarano  T. Paganelli, dalla tre quarti destra, mette verso la porta formiginese una palla lunga sulla quale è costretto a uscire di piede il portiere Simoni per anticipare il possibile intervento sottomisura di Corbelli.
  • 37′  Icona AC Formigine  Algeri, al termine di una percussione sulla destra, opera un potente e “cattivo” cross sottoporta dove M. Simoni riesce solo a sfiorare di testa ma, dietro di lui, appena oltre il 2° palo, colpisce di controbalzo in corsa Monelli, trovando il secondo decisivo intervento del portiere reggiano.
  • 44′  Icona AC Formigine  Sarnelli, pescato a centro area da M. Simoni con una palla a mezz’altezza, controlla bene poi indirizza col mancino verso la porta, ma trova il muro del portiere Leopardi, lestissimo ad accorciare su di lui.

2° tempo

  • 03′  Icona AC Formigine  Sarnelli controlla palla all’interno dell’area reggiana, leggermente decentrato sulla destra, finta il corto cross al centro poi serve a ritroso l’accorrente Giovanardi il cui secco destro dal limite trova il terzo grande intervento del portiere reggiano Leopardi che, in tuffo, riesce a deviare quel tanto da mandare la sfera a impattare in pieno il palo alla sua sinistra.
  • 06′  castellarano  Un lungo cross dalla destra di Koduah trova lo stacco del compagno T. Paganelli che, ben contrastato da Adani, colpisce in modo inefficace, consentendo così la parata a N. Simoni a centro porta.
  •        Icona AC Formigine  Nella fase centrale della ripresa il Formigine continua a cercare la rete del vantaggio con discreta determinazione ma con sforzo crescente, cominciando a patire il maggior dinamismo degli avversari.
  • 36′  castellarano  Corbelli viene servito al centro dell’area formiginese, spalle alla porta; efficace il controllo e la protezione della palla sulla pressione esercitata dal neo entrato difensore verdeblu D’Ambrosio, bella la conclusione in girata che, però, non ha la forza necessaria per sorprendere il portiere N. Simoni.
  • 40′  castellarano   Ancora una lunga rimessa laterale in attacco di Occhi e, dopo una spizzata di Bernardo, ancora palla che termina tra i piedi di Corbelli che, questa volta con maggior spazio a disposizione, conclude di destro in diagonale trafiggendo l’incolpevole portiere formiginese: 0 – 1 e a soli 5 minuti dal termine!
  • 43′  castellarano  Con il Formigine inevitabilmente frastornato il Castellarano manca il definitivo KO: percussione verticale sulla corsia di centro destra di Bernardo e traversone insidioso sottoporta che Sana in corsa, pur a contatto con un paio di avversari, non riesce a deviare da due passi.
  • 47′  Icona AC Formigine    Iniziativa sulla sinistra di Lotti e Monelli, con quest’ultimo che indirizza una palla alta in diagonale verso il centro area dove Occhi, per anticipare M. Simoni pronto alla semirovesciata, interviene in modo scoordinato impattando la sfera con una delle braccia innaturalmente alzate: canoniche l’ammonizione e la concessione del calcio di rigore che Tripepi realizza di forza con un angolato diagonale di destro, riconsegnando così al Formigine un pareggio sacrosanto.

Gallery 

(con il prezioso contributo di A. Bellucci e C. Mele)

Lascia un commento